Condizioni meteorologiche

Vademecum dell'amministrazione in caso di precipitazioni nevose

Il sindaco Baldassarre fa appello alla collaborazione dei cittadini

Attualità
Santeramo giovedì 15 febbraio 2018
di La Redazione
Neve su Santeramo. Una settimana dopo
Neve su Santeramo. Una settimana dopo © SanteramoLive.it

Alla luce delle condizioni meteorologiche instabili e dell’avvicinarsi di perturbazioni fredde, l’amministrazione comunale ha diramato un avviso con il quale chiede collaborazione in caso di precipitazioni nevose per un corretto svolgimento della vita quotidiana e permettere un lavoro più agevole ai mezzi ed agli operatori impegnati nei lavori di sgombero della neve e del ghiaccio.

“Si invita la Cittadinanza a: limitare al massimo l’uso delle autovetture private; evitare, ove possibile, la sosta nelle strade utilizzando le aree ed i cortili privati; mettere in sicurezza eventuali spuntoni e lame di ghiaccio o di neve pendenti dai cornicioni; non riversare la neve raccolta dai tetti, dai balconi, e dalle terrazze sulla pubblica via, anche per evitare danni a persone e cose.

Si avvisa che le operazioni di spargimento del sale e sgombero della neve sulla pubblica via vengono eseguite dalla ditta gestore del servizio di igiene urbana, previe disposizioni dell’Amministrazione Comunale. Gli interventi saranno prioritari sulle strade di maggiore percorrenza, le vie di accesso alla città ed ai luoghi di pubblico interesse. In caso di situazioni meteo particolarmente rischiose, si procederà con interventi graduali e secondo priorità già definite nel sistema locale di Protezione Civile.

I cittadini dovranno segnalare esclusivamente le situazioni di rischi, chiamando i seguenti numeri telefonici: 080 3036014 Servizio di Polizia Locale e Protezione Civile; 080 3036010 Stazione Carabinieri evitando segnalazioni che non siano di emergenza, per non intasare le linee telefoniche.

La Cittadinanza è invitata ad informarsi consultando il sito web del Comune di Santeramo www.comune.santeramo.ba.it anche circa le norme di autoprotezione nella sezione “protezione civile” ed i siti di informazione locali”.

Si invita anche a segnalare “persone suscettibili agli effetti della stagione invernale, quali soggetti in terapia salvavita, non autosufficienti, malati cronici, emodializzati, ecc..”

Lascia il tuo commento
commenti