Prevenzione e salute

DiaDay, campagna di prevenzione del diabete: farmacie aderenti anche a Santeramo

Il ministro Lorenzin: "​La prevenzione è l'arma numero uno che abbiamo per stare in salute e su questo tema dobbiamo lavorare moltissimo"

Attualità
Santeramo domenica 03 dicembre 2017
di La Redazione
DiaDay
DiaDay © n.c.

Si è svolto dal 14 al 20 novembre - e in alcune farmacie sarà protratto anche la prossima settimana - lo screening del diabete in farmacia, a cui hanno aderito 7.600 farmacie associate a Federfarma consultabili sul sito Federfarma.

"La prevenzione è l'arma numero uno che abbiamo per stare in salute e su questo tema dobbiamo lavorare moltissimo sia attraverso la promozione dei corretti stili di vita, sia attraverso le diagnosi precoci» ha ricordato alla vigilia del DiaDay il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin «per questo è importante l’iniziativa che ha assunto Federfarma con questa settimana sulla prevenzione del diabete, che risulta essere pienamente all’interno degli orizzonti e della mission data alle farmacie italiane dal Ministero".

La campagna, realizzata da Federfarma in collaborazione con Aild (Associazione italiana Lions per il diabete) e Sid (Società italiana di diabetologia) ed ha il patrocinio di Fofi, Intergruppo parlamentare Qualità di vita e diabete, Fenagifar (Federazione nazionale associazioni giovani farmacisti) e Amd (Associazione medici diabetologi). «È un’importante iniziativa di educazione sanitaria e di prevenzione sul territorio, che sfrutta appieno la capillarità della rete delle farmacie italiane, confermandone così il ruolo di primo presidio del Ssn» ha commentato Marco Cossolo, presidente di Federfarma Nazionale «sono molto soddisfatto per la massiccia adesione delle farmacie, quasi una su due: dalle stime risulta che un milione e mezzo di italiani non sa di avere il diabete e qualche milione vive, senza saperlo, in una pericolosa condizione di prediabete. I dati raccolti saranno elaborati con il supporto del board scientifico e potranno essere utili alle Autorità sanitarie per individuare gli interventi più opportuni al fine di contrastare la malattia e le sue complicanze, riducendo così i costi per la collettività».

Lo screening consente di individuare nella popolazione generale soggetti con

-Diabete non diagnosticato
-Prediabete
-Rischio elevato di sviluppo della malattia.

L'indagine si compone di due momenti: dosaggio della glicemia e valutazione del rischio. I soggetti interessati possono presentarsi in farmacia la mattina a digiuno. Recarsi nella farmacia che aderisce alla campagna di prevenzione al diabete, questa settimana può risultare quanto mai utile per la propria salute.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette