Emergenza cassonetti

Disservizio rifiuti, interviene l'amministrazione

Il comune di Santeramo pagherà gli stipendi ai dipendenti Tradeco cercando di arginare la crisi rifiuti

Attualità
Santeramo giovedì 10 agosto 2017
di La Redazione
Situazione rifiuti a Santeramo - Agosto 2017
Situazione rifiuti a Santeramo - Agosto 2017 © Facebook

E’ sotto gli occhi di tutti la sovrabbondante situazione dei cassonetti dei rifiuti a Santeramo. Sul tema è intervenuta l’amministrazione comunale con una nota alla stampa scusandosi per i disagi e per i disservizi generati dalla mancata raccolta dei rifiuti.

“A monte di tale disservizio – scrive l’amministrazione - sussistono una serie di problematiche legate al mancato rispetto del contratto, se pur in deroga, di raccolta dei rifiuti che ha lasciato in eredità all’attuale Amministrazione una già critica gestione del servizio.

Questa Amministrazione, nella persona dell’Assessore al ramo, Labarile, ha da subito intrapreso azioni volte a garantire il servizio stesso procedendo ad incontrare e dialogare con l’azienda Tradeco, nonché con i dipendenti della stessa, al fine di ottenere miglioramenti nella gestione del servizio e rispetto del contratto”.

Come è chiaro, “l’azienda non ha provveduto alla risoluzione dei disservizi legati ai ritardi nel pagamento dei salari ai lavoratori e ad un parco macchine (compattatori per lo svuotamento dei cassonetti) obsoleto e che necessita di continue manutenzioni tali da rendere attualmente inutilizzabili ben tre automezzi su quattro, di cui uno posto sotto sequestro in discarica, normalmente operanti nel Comune di Santeramo”.

L’amministrazione ha così deciso di avviare la procedura di sostituzione nel pagamento degli stipendi ai lavoratori (Art. 30 del Codice degli appalti) in modo da evitare nuovi scioperi dei dipendenti e con i costi che verranno decurtati dal canone che questo Comune versa mensilmente alla Tradeco.

L’Assessore Labarile e il Sindaco di Santeramo, Fabrizio Baldassarre, hanno inoltre sentito il Presidente dell’Agenzia territoriale della Regione Puglia per la gestione dei rifiuti, Gianfranco Gradaliano, per valutare ulteriori azioni da mettere in campo qualora l’emergenza di questi giorni non dovesse rientrare.

Le difficoltà denunciate sono manifeste anche presso gli altri comuni limitrofi che sono con la medesima gestione in quanto dovute a carenze proprie ed interne alla compagine aziendale. Il tutto è aggravato dal fatto che sono pendenti presso gli organi giurisdizionali ricorsi avverso gli atti di gara Consip appena aggiudicata per l’affidamento del nuovo servizio, detto comunemente “Porta a porta” che anche per il nostro Comune ritardano il passaggio alla nuova gestione”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Legambiente Santeramo ha scritto il 11 agosto 2017 alle 14:48 :

    Finalmente una azione atta a smuovere la palude dell'anomalo rapporto con la Tradeco, e finalmente un poco di chiarezza. Grazie! Rispondi a Legambiente Santeramo

  • Il comune cittadino ha scritto il 11 agosto 2017 alle 07:39 :

    Quindi un milione e qualche stipendio sul bilancio, e come diceva il grande totó... ''e io paaaago'' Rispondi a Il comune cittadino

Le più commentate
Le più lette