Il primo incontro mercoledì prossimo

Valorizzazione dei beni pubblici: al Palazzo Marchesale arrivano le Officine Stand By

Il progetto del circolo Arci di Santeramo è risultato vincitore del Bando del Dipartimento della Gioventù

Attualità
Santeramo domenica 12 marzo 2017
di Barbara Colapinto
Officine Stand By - Coworking
Officine Stand By - Coworking © Arci Stand By Santeramo

L’Arci Stand By di Santeramo attraverso una nota inviata alla nostra Redazione comunica il progetto Officine Stand By è risultato vincitore del Bando del Dipartimento della Gioventù “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici”, che ha come obiettivo quello di favorire le sinergie derivanti dall’aggregazione di competenze per dare vita a idee/progetti innovativi.

Le attività si svolgeranno all’interno del Palazzo Marchesale. Il primo incontro dal titolo “Coworking: un’occasione di crescita per la comunità” avrà luogo mercoledì 15 Marzo, alle ore 18.30, presso la Sala Giandomenico del Palazzo Marchesale e darà spazio alle esperienze di lavoro di quattro realtà di coworking del nostro territorio: Impact Hub Bari, Casa Netural – Matera, Coworking Barsento10 – Putignano e Colla coworking – Altamura.

Scrive il Circolo: “E’ un invito a partecipare e a riflettere su quanto lo spazio di coworking possa incidere sulla capacità di creare connessioni e contatti e su come rappresenti un’occasione di crescita e condivisione”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • disanto vito antonio ha scritto il 12 marzo 2017 alle 16:52 :

    perchè non scrivete in italiano e non fate capire a tutti i cittadini quello che "volete fare con questo progetto". Oppure i cittadini che mettono a disposizione per Voi....un bene di proprietà di tutti.......non devono capire??????? grazie Rispondi a disanto vito antonio

    Franco De Vitis ha scritto il 13 marzo 2017 alle 18:57 :

    E perchè lei non impara a leggere in italiano e magari partecipa alla presentazione così da poterne sapere di più se è interessato? Sempre se è realmente interessato, se poi gli interessi sono altri.....continui pure a non capire! Rispondi a Franco De Vitis

Le più commentate
Le più lette