Lavoro

Tradeco, prosegue lo stato di agitazione dei lavoratori

Alla base delle rimostranze problematiche retributive

Attualità
Santeramo venerdì 28 ottobre 2016
di La Redazione
Tradeco. © n.c.

Continua lo stato di agitazione dei dipendenti della Tradec, azienda che si occupa della raccolta e smaltimento rifiuti nel nostro paese.

Nei giorni scorsi, infatti, i lavoratori avevano già avviato forme di protesta recandosi presso il palazzo Municipale.

Alla base delle rimostranze alcune problematiche retributive.

Pare infatti che gli stessi non abbiano ancora percepito la retribuzione del mese di settembre malgrado gli impegni assunti dall’azienda con i sindacati secondo i quali il 15simo giorno di ogni mese la Tradeco avrebbe liquidato le spettanze ai lavoratori.

Profonda preoccupazione da parte dei dipendenti anche riguardo alla retribuzione del mese di ottobre, ormai prossimo alla scadenza.

Stando a quanto riferiscono gli stessi, inoltre, l’azienda non avrebbe ancora ottemperato – malgrado si fosse già impegnata – a sostituire il vestiario degli operatori e ad assolvere ad altri impegni per migliorare la loro sicurezza sul lavoro.

Nel frattempo, sebbene richiesta dai sindacati di categoria, non ha avuto ancora luogo una riunione nella quale azienda, comune di Santeramo e sindacati avrebbero dovuto discutere circa la risoluzione di queste presunte inadempienze.

Al momento, i lavoratori restano in stato di agitazione e, laddove, la situazione dovesse ancora permanere si dichiarano già pronti ad effettuare giornate di sciopero che graverebbero sul decoro del nostro paese.

Nessuna notizia, almeno ufficiale, riguardo al completamento della procedura di selezione della nuova ditta che si occuperà della gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani.

Da mesi, infatti, si prevedeva la tanto attesa aggiudicazione del servizio per i 13 comuni murgiani rientranti nell’Unicam. Alcuni ricorsi amministrativi, nel frattempo, sembrano aver rallentato l’iter procedurale di aggiudicazione.
 

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette