Questione "Palazzo Marchesale"

Forza Italia,“cosa nasconde questa amministrazione circa l’assegnazione del Palazzo Marchesale?”

Diversi gli interrogativi che si pone il partito di centro-destra partendo dalle note degli assessori Leo e Cacciapaglia

Politica
Santeramo venerdì 12 febbraio 2016
di La Redazione
Forza Italia © n. c.

Si torna a dibattere circa l’assegnazione del Palazzo Marchesale al circolo Arci “Stand BY”. Questa volta, la penna passa in mano alla sezione locale di Forza Italia.

I militanti esordiscono riconoscendo il “dissenso” di due forze politiche di maggioranza: UDC e Impegnati per Santeramo che a mezzo stampa hanno lamentato la mancanza di comunicazione tra i partiti di maggioranza.

Ricordano nella nota che “nel comunicato del 02.02.2016 gli assessori Leo e Cacciapaglia precisavano di essersi astenuti dal voto sulla proposta n. 16 del 28.01.2016, fornendo forti perplessità sulla competenza della giunta (ass. Leo) e forti dubbi in merito alla redazione della convenzione che non poteva essere delegata alla competenza della segretaria (ass. Cacciapaglia). Nel secondo comunicato del 08.02.2016 i partiti politici, UDC e Movimento per Santeramo, motivavano l’astensione dei rispettivi assessori”.

Partendo da queste comunicazioni, Forza Italia scrive: “le motivazioni paventate dagli assessori Leo e Cacciapaglia, sono generiche e prive di contenuto, come anche quelle esposte dai partiti che rappresentano. Le accuse di UDC e Movimento per Santeramo mosse agli esponenti del PD e SEL riguardante la conoscenza nei dettagli del progetto sull’assegnazione del Palazzo Marchesale sono molto gravi, come grave è la non chiarezza del comunicato del 08.02.2016 dove riferiscono che a differenza di “qualcuno” gli scriventi sono “limpidi”, “onesti” e “trasparenti” e non amano “sotterfugi” e “bugie”.

Il coordinamento cittadino di Forza Italia alla luce di queste ultime esternazioni da parte dei partiti politici, UDC e Movimento per Santeramo nei confronti di PD e SEL chiede che venga fatta chiarezza sull’intera questione nonché sulle parole “qualcuno”, “sotterfugi” e “bugie”.

Il partito di centro destra si domanda “Cosa nasconde questa amministrazione circa l’assegnazione del Palazzo Marchesale? Cosa non devono sapere i cittadini? Come deve essere gestito il Palazzo Marchesale dopo l’assegnazione? Allo stesso modo di come viene gestita Piazza Berlinguer? Perché UDC e Movimento per Santeramo chiedono che il progetto approvato per ottenere il finanziamento venga modificato?”

“Da una attenta analisi dell’operato di questa amministrazione – scrive FI a conclusione - si è giunti alla conclusione che per i prossimi 5 anni e forse più, i beni pubblici saranno gestiti da “qualcuno” privatamente conosciuto”.

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette